Festivaletteratura. Mantova, 3 – 7 settembre 2014

Gentili Visitatori,

anche quest’anno è stagione di

Festival letterari.

Ovviamente primo fra tutti

per prestigio è

Il Festivaletteratura di Mantova,

che, ricordiamo, ebbe la sua prima edizione nel 1997.

Uno dei principi fondamentali del Festivaletteratura è quello di

instaurare un rapporto più diretto tra scrittori e pubblico,

sperimentando nuove modalità di confronto, di scambio, di ricerca.

http://www.festivaletteratura.it/idea.php

Anche in questa edizione i responsabili e curatori

- aiutati da una schiera indispensabile, gioiosa e attiva di volontari -

hanno tenuto fede a questo impegno,

creando momenti di tipo diverso,

dedicati a ogni fascia d’età

e atti ad accontentare ogni gusto letterario

 

Alcuni momenti del Festival


Piazza Mantegna, uno dei luoghi cardine della manifestazione, gremita di spettatori e curiosi

 

La psicologa e docente universitaria Valentina Bambini durante l’intervento ‘Comunicare per metafore’,

in cui ha spiegato brillantemente l’uso di questa figura retorica nel quotidiano



Lo scrittore Persandro Pallavicini intrattiene con garbo e ironia il pubblico della Tenda Sordello

con aneddoti su Gunter Sachs, Brigitte Bardot e la ‘dolce vita’ sulla Costa Azzurra durante gli anni ’60.

Indispensabile la coppa del Martini, che lo scrittore ha sorbito al termine della conferenza.


D’obbligo per i turisti, fra una conferenza e l’altra.

l’assaggio delle specialità mantovane presso

ristoranti e trattorie di cui la città è ricca.

Consiglio

tortelli e agnolini che troverete farciti nei modi più vari

- amaretti, zucca, erbette … -

risotti e bigoli.

Come secondi luccio e baccalà (per chi non è vegetariano),

piatti di carne o formaggi da accompagnare con la mostarda,

Per dessert

lo zabaione, nato proprio a Mantova,

oppure

dolci secchi

- sbrisolona, torta di tagliatelle etc -

Il tutto, dagli antipasti al dessert, da accompagnare con i vini locali


Condividi i Contenuti

Comments are closed.